Attenzione alle paure del giorno. Amano rubare i sogni della notte.

FOBIE SPECIFICHE

Una fobia è una paura marcata e sproporzionata nei confronti di un elemento specifico, un oggetto, una situazione, un animale, un luogo. La fobia è sempre presente e spesso irrazionale rispetto alle paure comuni. L’individuo prova intensi stati di ansia e di terrore nei confronti dello stimolo fobico (l’elemento che causa la paura), tanto da mettere in atto comportamenti di evitamento delle situazioni nelle quali è probabile venire a stretto contatto con lo stimolo. 

Caratteristiche della fobia:

  • Paura marcata e persistente, eccessiva o irragionevole, provocata dalla presenza o dall’attesa di un oggetto o situazione specifici (es. volare, guidare, vedere e/o entrare in contatto con animali, ricevere un’iniezione, vedere il sangue).
  • L’esposizione allo stimolo fobico provoca una risposta ansiosa immediata (nei bambini l’ansia può essere espressa attraverso il pianto, con scoppi di ira, con irrigidimento, o con l’aggrapparsi a qualcuno)
  • La paura e l’ansia in relazione allo stimolo fobico sono sempre presenti e durano da più di 6 mesi
  • La persona riconosce che la paura è eccessiva o irragionevole (nei bambini questo riconoscimento solitamente è assente)
  • La situazione fobica viene evitata oppure sopportata con intensa ansia o disagio
  • L’evitamento, l’ansia anticipatoria o il disagio nella situazionetemuta interferiscono significativamente con le normali abitudini della persona, con il funzionamento lavorativo o scolastico o con le attività o relazioni sociali
  • Il soggetto è a disagio a causa della propria fobia
  • L’ansia, gli attacchi di panico o l’evitamento fobico associati con l’oggetto o la situazione specifici non sono meglio giustificabili da un altro disturbo mentale.

 

Esistono diverse tipologie di fobia specifica:

  • animali (zoofobia): è un tipo di fobia specifica con esordio nell’infanzia ed è maggiormente presente nella popolazione femminile (75%-90%). Alcune fobie maggiormente diffuse per gli animali sono:

-cani (cinofobia)

-gatti (ailurofobia)

-pesci (ittiofobia)

        -ragni (aracnofobia)

-insetti (entomofobia)

        -serpenti (ofidiofobia)

-uccelli (ornitofobia)

-roditori (musofobia)

  • ambiente naturale: anche questa fobia specifica trova il suo esordio nell’infanzia. Le fobie maggiormente diffuse sono:

-altezze (acrofobia)

-acqua (idrofobia)

-temporali (ceraunofobia)

  • sangue, infezioni e ferite: questa fobia specifica è caratterizzata da un’alta familiarità.
  • situazionale: l’insorgere di questa fobia specifica è caratterizzato da due picchi, uno nell’infanzia e uno intorno ai 25 anni. Alcune fobie più diffuse sono:

-spazi chiusi (claustrofobia)

-volare (aviofobia)

-guidare (amaxofobia)

-ascensori

-ponti

  • fobie di altro tipo: queste fobie specifiche sono maggiormente presenti nell’infanzia. Le più diffuse sono:

-soffocare (anginofobia)

-pagliacci e maschere (coulrofobia)

-bambole (pediofobia)

Le cause della fobia specifica:

Le fobie non hanno una causa unica, ma dipendono da molteplici fattori associati tra loro.
Le fobie possono essere:

  • associate o conseguenti a un particolare incidente o trauma
  • risposte o comportamenti appresi da un genitore o da un fratello/sorella
  • collegate a caratteristiche genetiche

Possono svilupparsi durante l’infanzia, l’adolescenza o la prima età adulta. Spesso sono collegate a uno spavento o a una situazione particolarmente stressante; tuttavia non sono sempre chiare le cause all’origine di alcune fobie.